Il Vicepresidente dell’Europarlamento ed esponente del M5S Fabio Massimo Castaldo, è intervenuto al “Summit 2021”, l’evento internazionale che da anni riunisce il “mondo dell’acqua e delle piscine”, prodotto da Monterey ADV in collaborazione con Assopiscine, Associazione Gestiamo e Federlegno Arredo Confindustria e il cui tema principale, quest’anno, è “la cultura dell’acqua”.

Nell’occasione Castaldo ha dichiarato che “Il settore dell’impiantistica acquatica ha subìto, nel 2020, danni per miliardi di euro e rischiato una drammatica perdita di posti di lavoro che prima della pandemia ammontavano a oltre 200.000 occupati. Solo attraverso un sostegno adeguato potranno essere sanati gli effetti negativi determinati dai necessari provvedimenti restrittivi”.

Nel corso dell’intervento il Vicepresidente dell’Europarlamento ha anche aggiunto che “La programmazione ordinaria dei fondi europei e il PNRR, ci daranno sicuramente la possibilità di rilanciare alcuni settori colpiti dalla pandemia: nel piano di ripresa, per esempio, esiste uno stanziamento di settecento milioni allocati nella missione 5 – “inclusione e coesione” o nella missione 4 (“istruzione e ricerca”), alla voce potenziamento delle infrastrutture per lo sport e la scuola”

Il Parlamentare Europeo, esponente del Movimento 5 Stelle, ha dichiarato inoltre “Ritengo sia fondamentale e mi impegnerò in prima persona affinché, al momento della selezione degli interventi, questi siano estesi al comparto degli impianti natatori, al momento esclusi”.

Ed ha concluso affermando – “Sono profondamente convinto che solo collaborando e creando un sistema virtuoso tra politica, mondo imprenditoriale e sportivo potremo ottenere i risultati che i nostri cittadini e le nostre imprese meritano e, sicuramente,  il settore delle piscine, strutture di salute e servizi, luogo di riferimento sociale per l’ambito urbano in cui sono inserite, non può e non deve esserne escluso”.

Print Friendly, PDF & Email