Nel decreto milleproroghe i monopattini saranno vietati fuori città ed il loro uso consentito solo se c’è infrastruttura dedicata.

Con la riformulazione degli emendamenti sulla circolazione dei monopattini, si correggono le regole oggi vigenti, limitandone l’uso fuori dai centri abitati solo dove gli spostamenti possano essere fatti in sicurezza con infrastruttura dedicata.

La promozione della mobilità sostenibile intesa soprattutto come riduzione dell’uso dell’auto privata e di una riduzione della velocità in ambito urbano, è da sempre uno degli obiettivi per salvaguardare le città dall’inquinamento atmosferico, ma purtroppo a causa di molteplici incidenti si è dovuto ricorrere al miglioramento della sicurezza di tutti gli utenti della strada.

I produttori, quindi hanno 2 mesi in più, fino al 30 settembre 2022, per adeguarsi e installare, su monopattini commercializzati in Italia, freni su entrambe le ruote e gli indicatori luminosi di svolta, mentre per tutti i mezzi già in circolazione prima di tale data, l’obbligo di adeguamento rimane al 1° gennaio 2024.

I monopattini elettrici hanno cambiato e continuano a cambiare il nostro modo di muoverci in città, fanno parte di una rivoluzione culturale che, insieme ad altre misure, ci aiutano a centrare gli obiettivi di riduzione di emissione di anidride carbonica e disegnare le ‘città a 30 km/h‘, vivibili e inclusive.

Diversificare e integrare nuove forme di mobilità, che tengano conto sia dei cambiamenti climatici sia della necessità di tutelare le città dalla congestione e dagli incidenti stradali è una priorità, che deve sempre più integrarsi, con lo sviluppo delle principali metropoli, per renderle sempre più “Smart”.

Print Friendly, PDF & Email